buzzoole code

martedì 17 gennaio 2017

Castell'Arquato un borgo medievale che profuma di storia


Borgo Castell'Arquato

Se vi piacciono le atmosfere medievali, Castell'Arquato è il posto che fa per voi.
Avevo sempre sentito parlare di Castell'Arquato, per essere uno dei Borghi più belli d'Italia, ma mai avrei pensato che passeggiare lungo le sue stradine regalasse tanta spensieratezza e leggerezza.
 Comodo da raggiungere, circa una trentina di chilometri sia da Parma che da Piacenza. Il borgo è rimasto intatto nei secoli, praticamente lo stesso dai tempi del Ducato. Una cosa che ha attirato molto la mia attenzione in questo posto dal sapore storico è che la macchina si lascia giù ai piedi del borgo, nei numerosi parcheggi gratuiti a disposizione. Per scoprire questo affascinante paese non ci vuole molto viste le dimensioni. Per godersi al meglio la passeggiata, conviene partire dalla piazza principale, nella parte alta del paese.

Borgo di Castell'Arquato

Già da questo punto il Borgo di Castell'Arquato rivela i suoi principali monumenti: La Rocca, Il Palazzo del Podestà e la Collegiata dedicata a Santa Maria Assunta. Oltre le mura perimetrali esterne, sono rimaste le quattro torri, delle quali solo una è intatta. Per un panorama mozzafiato vi consiglio di salire sulla torre e di visitare il museo medioevale che lo ospita, ne vale la pena. Se tra una passeggiata e l'altra nei vicoli del borgo ne avete l'occasione e il tempo, farmatevi a dare un'occhiatina al Torrione Farnese nel quartiere Monteguzzo, (costruito nel '500) famosissimo per i suoi passaggi segreti. Per gli amanti della musica classica, questo è il paese che ha dato natali a Luigi Illica, uno dei principale librettisti dell'epoca post-verdiana.


Nel borgo possiamo trovare il Museo Illica, a lui dedicato, che conserva spartiti, foto, sculture, costumi di scena ecc... Accanto c'è anche un albergo in stile liberty con camere e appartamenti a tema musicale. Se vi dovesse venir sete o fame, proprio nella piazza principale si può trovare una bellissima vetrina con produzioni vinicole locali, dove si può fare anche degustazioni guidate con salumi, formaggi e aperitivi, altrimenti ci sono altre due bar e un piccolo botteghino.

Borgo di Castell'Arquato

 E' una tappa che consiglio a chiunque si trovi in zona o ha voglia di partire per vivere un momento di atmosfera medioevale. Per la storia del posto in ogni singola spiegazione e sugli eventi presenti durante l'anno vi consiglio di visitare la pagina ufficiale del borgo

Presto vi racconterò dove ho alloggiato in quel week end, posso anticiparvi che è un castello duecentesco in provincia di Piacenza! Curiosi? 

lunedì 7 novembre 2016

Soggiorna gratis con la Settimana del Baratto in tutta Italia

Soggiornare Gratis

Andare in vacanza gratis dal 14 al 20 Novembre è possibile grazie alla Settimana del Baratto. No non stai sognando, non sto dicendo uno sproposito perchè sono impazzita di colpo, è tutto vero! Potrai infatti alloggiare in migliaia di B&B in tutta Italia senza aprire il tuo portafoglio, grazie alla formula dello scambio. Già l'anno scorso mi ero imbattuta in questa occasione, ma quest'anno non me la voglio far scappare.

Ma in cosa consiste " La Settimana del Baratto"? Ne hai mai sentito parlare?

E' un'occasione unica per vivere una vacanza diversa, all'insegna dello scambio di esperienze e di professionalità, che arricchisce il bagaglio dei viaggiatori e dei gestori di nuovi contatti, di nuove conoscenze e di un’esperienza davvero particolare, che fa riflettere sul vero senso dell’ospitalità. Alle origini dell’ospitalità, infatti, c’è proprio il baratto di un bene o di un servizio in cambio di accoglienza, insieme alla riconoscenza e alla gratitudine reciproca.

I B&B che aderiscono all'iniziativa, offrono un soggiorno di uno o più giorni nella loro struttura in cambio di particolari beni o servizi. Si può scambiare qualsiasi tipo di bene o servizio, concordando il tutto con il gestore del B&B prima del soggiorno. Solitamente le richieste dei gestori riguardano servizi fotografici o video della loro struttura, della realizzazione del sito web oppure di piccoli lavori di manutenzione nei B&B, come giardinaggio, pittura, idraulica ecc. Tanti gestori cercano anche oggetti, mentre altri desiderano scambiare un periodo di ospitalità con altre strutture.

Soggiornare Gratis

Come dice il sito "Della Settimana del Baratto": 

“Le possibilità di condivisione e scambio possono essere infinite, l’importante è non limitarsi, non avere imbarazzi e proporre lo scambio nella massima serietà, cortesia, curiosità, empatia, simpatia, originalità.”

Insomma, durante la Settimana del Baratto, gli ospiti ed i gestori non si scambieranno denaro, ma informazioni, esperienze e professionalità in un clima di ospitalità davvero unico. Sono oltre ottocento i B&B che accettano il baratto tutto l’anno con la formula “Camera con Baratto”.

Soggiornare gratis



VIAGGIATORE O GESTORE?

- Se sei un viaggiatore, puoi scegliere attraverso la mappa la località in cui ti piacerebbe soggiornare, curiosare tra le strutture quella che più fa al caso tuo, alle tue capacità e proporre al gestore il baratto. Oppure puoi cercare quello che preferisci con le “Ricerche Speciali” e scegliere la tua destinazione per regione, per caratteristiche della struttura, per vicinanza ai tuoi punti di interesse. Curiosa nella Lista dei Desideri dei gestori quali sono le richieste di Baratto dei gestori e trova quella più adatta a te! Proponi tu le tue capacità o i beni che vuoi scambiare ai vari B&B, che ti contatteranno offrendoti un soggiorno.

- Se sei un gestore, puoi inserire la tua richiesta nella Lista dei Desideri dei gestori, specificando cosa vorresti in cambio di un soggiorno nella tua struttura. Vuoi aprire un sito internet e non sai come fare, oppure vuoi tradurlo in un’altra lingua? Hai bisogno di sistemare il giardino o di riverniciare alcune stanze, ma non trovi il tempo? Stai cercando di sistemare quel rubinetto che perde? Voi ricevere prodotti tipici del posto di chi arriva? Ci sarà sicuramente un viaggiatore disposto ad aiutarti in cambio di qualche notte nel tuo bellissimo Bed&Breakfast! Basta cercare sulla Lista dei Desideri dei Viaggiatori e trovare ciò che fa al caso tuo.

Prima di andare a decidere dove andrò in quei giorni, voglio segnalare che sul sito Barattobb.it si possono trovare tutti i B&B disponibili a barattare un soggiorno con colazione anche durante tutto l’anno. Se anche tu come tante persone non conoscevi La Settimana del Baratto che aspetti? Viaggia, soggiorna, baratta e divertiti. Non c'è miglior cosa che condividere e viaggiare.

soggiornare gratis




martedì 13 settembre 2016

Lago di Corlo immerso nelle montagne bellunesi


Lago di Corlo Arsiè

Immerso nelle montagne bellunesi, il Lago di Corlo si fa spazio con il suo incantevole fascino.
A pochi chilometri dalla mia amata Pianura Veneta, nell'ampia conca verde tra la Valsugana, il Monte Grappa e le terre feltrine, regna il Lago di Corlo ad Arsiè.
In una domenica di agosto, tra relax, amore e voglia di scoprire posti nuovi, mi sono imbattuta incredibilmente su questo piccolo lago che mi ha piacevolmente incantata. Aria di montagna, aria di libertà, aria di condivisione; ecco cosa regala il Lago di Corlo per chi desidera trascorrere qualche giorno a contatto con la natura e sè stesso.

montagne bellunesi

Un lago artificiale che prende il nome dalla piccolissima borgata che sovrasta la diga, che serve come unico ponte di collegamento stradale.  La diga è stata costruita negli anni '50, a sbarramento del profondo canyon del torrente Cismon nel suo ultimo tratto prima dello sbocco in Valsugana. Con il riempimento del lago buona parte del paese di Rocca dovette essere abbandonato. Venne cosi abbattuta la chiesa che poi fu ricostruita sull'altura della strozzatura di mezzo del lago. Personalmente mi sono innamorata nel vedere il riflesso della chiesa sull'acqua, mi ha regalato un'emozione di spensieratezza.

Lago di Corlo diga
Lago di Corlo diga
Lago di Corlo diga

Ho cercato di osservare questo incanto da ogni angolazione e nonostante sia sempre lo stesso lago ha due facce. Le sponde verso nord sono dolci e arricchite da una vasta spiaggia ad erba, mentre a sud sono irregolari e frastagliate, scavate da bellissime insenature ammirabili percorrendo la stradina sterrata che si snoda sulla sponda opposta a quella della Rocca. 

Il punto più spettacolare a mio avviso è sicuramente il caratteristico Ponte della vittoria, ponte che ricorda la conclusione vittoriosa della prima guerra mondiale. Il piano del ponte è di tavolame di lance ed è lungo più di due metri con un altezza di ben 93 metri. Camminarci sopra è davvero emozionante e la vista da qui è spettacolare. Traballa un pò, quindi consiglio di non camminarci se c'è tanta gente che lo percorre.



Lago di Corlo
Ponte della Vittoria
montagne bellunesi
montana feltrina

Avrei voluto passare un week end qui, ma non ne ho avuto il tempo. Sicuramente ci tornerò per godere del paesaggio lontano dal traffico e la confusione. Per gli amanti dello sport è possibile trascorrere una vacanza all'insegna della pesca sportiva, giretti in canoa, esplorare le sponde e le insenature del lago in pedalò e percorrere lunghe passeggiate tra i boschi, a piedi o a cavallo.

Fronte Lago ho potuto mangiare presso il Ristorante/Albergo Alparigi, dove sono stata accolta e seguita nella scelta dei piatti. Qualità-prezzo alla portata di tutti. 
Inoltre c'è la possibilità per chi desidera trascorrere qualche giorno contatto diretto con la natura, due camping ben attrezzati situati direttamente sulle sponde del lago.


montagne bellunesi
montagne bellunesi
montagne bellunesi
montagne bellunesi
Lago di Corlo rocca





lunedì 29 agosto 2016

ApuaAdventure Park il primo parco avventura in Versilia

parco avventura versilia

L'estate sta finendo, ma le condizioni per passare una giornata all'aria aperta è ancora possibile. Se vi trovate in Versilia e non sapete cosa fare, allora non posso che consigliarvi di immergervi nella natura all' ApuaAdventure Park! Cos'è? Dov'è? Ve lo spiego subito!

parco avventura versilia

Come sapete nel mio Tour alla scoperta della Versilia alternativa la mia ultima tappa è stata proprio a Marina di Massa presso ApuaAdventure Park, un parco avventura situato a 300 metri dal mare dove il caldo non è mai opprimente grazie al costante venticello. Non ero mai stata in un parco avventura e devo dire che nonostante i miei ventisette anni non vedevo l'ora di arrampicarmi. Avevo un'idea sbagliata di questi parchi avventura, pensavo fossero solo per bambini, invece ho scoperto percorsi per ogni età e con difficoltà totalmente diverse. I percorsi presenti sono tutti sospesi fra gli alberi e comprendono tunnel di rete, passerelle fisse e mobili, tronchi, arrampicate ecc...
Il biglietto ha la validità di ben 3 orette, quindi potete percorrere il percorso tutte le volte che ne avete voglia.

ApuaAdventure Park
ApuaAdventure Park

Ok ora ditemi, secondo voi quale percorso ho fatto io? Mi vergogno un pò a dirlo eh!
Il mio collega ha scelto il blu, ma dopo averlo ripreso con la telecamera un pò di fifa mi è venuta ed ho optato per quello verde. Avevo paura ma allo stesso tempo ero felice ed emozionata . Quando mi hanno detto che il percorso che stavo affrontando bambini di 5 anni lo fanno in pochi minuti, mi sono sentita una frana. (vedi video in diretta su facebook)

Ma passiamo al "sodo". ApuaAdventure Park è dotato di due percorsi briefing dove si può decidere quale percorso colorato prendere. 

PERCORSO GIALLO  e il PERCORSO ARANCIONE 
adatto a bambini con una statura inferiore ad un metro

PERCORSO VERDE
adatto ai bambini dai 3 ai 7 anni 

PERCORSO BLU 
adatto per ragazzi ed adulti con un grado di difficoltà limitato e la cui altezza arriva fino ai 6,5 metri circa

PERCORSO ROSSO 
adatto per adulti e ragazzi che sono in grado di gestire la situazione in autonomia, con altezze fino ai 10 metri circa; in possesso di un buon allenamento fisico

PERCORSO NERO
il più difficile in assoluto, adatto agli adulti coraggiosi con un elevato allenamento fisico. L’altezza varia tra i 6 e gli 12 metri.

parco avventura

Per poter affrontare al meglio questa esperienza, consiglio a tutti l’utilizzo di un abbigliamento sportivo come una t-shirt, scarpe da ginnastica e pantaloni lunghi.  Prima di partire con questa avventura come potrete notare sia dalle foto che dal video, lo staff fornisce tutta l'attrezzatura per poter vivere l'esperienza in piena sicurezza con i moschini, il caschetto e seguendo ogni passaggio durante il percorso. Personalmente trovo sia stata un'avventura straordinaria che consiglio a tutti di fare, famiglie, coppie e amici perchè oltre a divertirsi e fare attività fisica in maniera divertente ed originale si può stare a contatto con la natura. Un servizio che trovo davvero bello da far presente è che nel parco è possibile festeggiare il proprio compleanno.

ApuaAdventure Park versilia

Per maggiori informazioni, vi invito a contattare direttamente la struttura da qui  , potranno fornirvi tutte le risposte alle Vostre domande.















lunedì 22 agosto 2016

Ritorno alle origini

ritorno

E dopo quasi due mesi di totale silenzio finalmente ritorno alle origini, a ciò che per anni mi ha ispirato e che ho sempre portato avanti con amoreil mio blog.

Mi è mancato tantissimo scrivere e leggere i vostri numerosi commenti, mi è mancato tutto ciò che di bello c'è in questo mondo virtuale che a volte non è tutto rose e fiori. Molte di Voi mi seguono sui vari social e sanno che ho avuto un bel pò di cambiamenti in questo piccolo ma per me lungo periodo. Non sono stata molto bene a livello di salute e sono finita in ospedale per un pò di giorni, ho iniziato un lavoro nuovo che ha assorbito totalmente le mie forze, i miei pensieri e per completare il tutto, sono rimasta senza connessione internet in casa fino a ieri. Insomma, mi era impossibile mettermi al pc e raccontarmi.  

ritorno
ritorno

Ammetto che la cosa mi è mancata davvero molto, mentre scrivo sono eccitata, felice, quasi incredula di essere ancora qui davanti al mio amato computer. L'unica cosa che voglio ora è scrivere per ore ed ore senza fermarmi! Non sono più riuscita a dedicarmi a ciò che amo fare, abbandonando cosi tutti i miei sogni, obbligandomi a non desiderare più tutto ciò per la quale ho lottato, ma è stato difficile se non impossibile.

Avevo cominciato a vivere in un pensiero che mi stava facendo davvero soffrire, il pensiero di non viaggiare, di non scrivere, di abbandonare tutto ciò che per anni ho fatto, solo per dar spazio al nuovo lavoro che si è presentato improvvisamente e ha cambiato tutte le certe in tavola della mia piccola vita. Un giorno mentre ero in macchina assorta nei mie pensieri malinconici mi sono fermata e mi sono detta "Chiara, ma tu chi vuoi essere? Cosa vuoi fare davvero da grande?" E l'unica cosa che sono riuscita a rispondermi è "essere felice rincorrendo i miei sogni". Beh credetemi, li ho capito che appena mi avessero ridato internet avrei scritto subito un articolo ed eccomi qui, piena di gioia e di carica.

In questi due mesi ho chiuso e aperto rapporti con molte persone. Rapporti che non portavano a nulla di buono li ho lasciati piano piano andare, mentre ho fatto entrare persone nuove, conosciute per caso, che mi hanno regalato emozioni; chi per un momento, chi per una serata, chi invece si è fatto spazio nella folla e ha lasciato il segno dentro me, prendendo un posto speciale. Ed è grazie e loro e a voi che ho capito che non devo mai smettere di essere ciò che sono, non posso permettere ad un sistema di cambiarmi. Non so come farò ad organizzarmi da oggi in poi, non so come farò a scrivere ed essere presente visto che il lavoro assorbe gran parte delle mie forze ed ore, non so nemmeno come farò a viaggiare come un tempo, ma so che volere è potere, ed io insieme a Voi ce la farò, ne sono sicura!

ritorno


Outfit:

Braccialetto: Mira Collezioni
Canotta : Tezenis 
Pantaloni: H&M



mercoledì 22 giugno 2016

Ristoranti da non perdere a Viareggio e dintorni



Rieccoci nuovamente insieme a condividere un'esperienza culinaria come sempre eccezionale. In questo caso le esperienze che vi propongo sono ben tre, due di queste sono situate a Viareggio e una a Torre del Lago Puccini, a circa 10 minuti di strada da Viareggio. Ma non corriamo troppo e partiamo dal principio, oppure in questo caso è meglio dire dall'antipasto.


  Il primo ristorante che voglio farvi conoscere si chiama Esplanade, situato in una via che affianca il viale principale di Viareggio. Un ristorante molto chic che nonostante le apparenze è accessibile tranquillamente a tutti e con un abbigliamento anche casual, non necessariamente elegante e formale. L'ambiente è principesco e regale, con una scalinata da togliere il fiato che da l'idea di dover perdere la scarpetta di cristallo da un momento all'altro. In questo ristorante ci sono quattro tipologie di menù, a base di pesce, a base di carne,vegetariano e anche vegano, ovviamente si può ordinare anche alla carta ma io ho preferito sceglierne uno di quelli già impostati, quello a base di carne. 


La mia cena è iniziata con un antipasto saporito e gustoso, un crostone ai funghi porcini e a seguire, delle caramelle tricolori al mascarpone e sentore di limoni. Come secondo piatto un filetto di cinto toscano in crosta aromatica, dal sapore deciso e con una carne morbidissima che non avevo mai mangiato prima, mi ha fatto innamorare ulteriormente della meravigliosa Toscana. 


Per finire un fantastico semifreddo al pecorino e pere è stato il tocco forte che ha riempito l'ultimo buchetto che era rimasto nel mio stomaco. 


Il personale era all'altezza della location, ho avuto la possibilità di parlare con lo chef che è stato molto disponibile e gentile nel regalarmi anche qualche consiglio in ambito di cucina, oltre a raccontarmi della sua esperienza e di come è partito cucinando il classico piatto della nonna, fino ad arrivare ai piatti elaborati e nuovi come quelli vegani che all'inizio lo rendevano scettico, per farlo poi diventare uno dei menù più ambiti e richiesti dai clienti.


Passiamo ora ad un altro ristorante situato sempre a Viareggio, "Olive a cena" un ristorante fuori dall'ordinario dove la cucina si mescola alla creatività e alla modernità, dove si respira aria di tradizione ma nuova, dove il personale ti fa sentire uno di casa, un familiare, un parente, un amico; un luogo dove le spezie prendono vita e si uniscono tra loro per creare piatti artistici e unici, dove tutto il reale diventa surreale e il surreale prende il nome di un piatto sempre nuovo, che cambia forma e colore con le stagioni, questo ristorante mi ha colpita particolarmente per la semplicità con cui servono delle opere d'arte su di un piatto che fa da cornice ad un scenario fatto di bollicine di prosecco, di vini introvabili, di spezie esotiche e di profumi incantati. 


Ora vi presento il menù della cena che ho avuto la fortuna di assaporare grazie ai meravigliosi consigli di uno dei soci di questo locale, che prende vita un anno fa da un'idea che accompagna entrambi i soci e che li ha legati insieme per compiere ed intraprendere questo viaggio lavorativo che sta dando frutti davvero eccezionali. Io e il mio collega abbiamo aperto le danze con un polpo croccante con la sua salsa e una vellutata di patate alla base con clorofilla di prezzemolo e pangrattato al nero di seppia, questo è uno dei pochissimi piatti che si trova sempre in questo ristorante, in qualsiasi stagione dell'anno, gli altri piatti che adesso vi descriverò è possibile che non li troviate sempre in quanto il ristorante cambia il menù ogni 2 o 3 mesi (vanno in base alla stagione e alla pesca) .Baccalà al vapore con insalata liquida, orticello e olio al bergamotto,  l'olio che usano in questo ristorante è lo stesso olio di cui vi ho parlato nell'articolo precedente del frantoio di Massarosa.


 A seguire degli gnocchetti rigorosamente fatti in casa con sgombro, aglio orsino e riduzione al limone. Per il secondo io e il mio collega abbiamo optato per il tonno scottato con granella di mandorle tostate e glassata di curcuma con barbe di prete (che sono delle radici molto particolari) cotte anch'esse con la curcuma. Come dolce abbiamo optato per un gelatino al cioccolato bianco al caffè e sambuco. Ottima la combinazione di questi piatti e ottimo l'abbinamento col vino che ci ha consigliato sempre il personale esperto del ristorante "olive a cena", un pinot nero vinificato in bianco che era davvero sublime, come tutto il resto della cena della serata e dell'ambiente.


Se vogliamo spostarci leggermente da Viareggio invece vi consiglio di fare tappa a Torre del Lago Puccino, precisamente al Ristorante Europa, ultima ma non meno importante tappa che vi consiglio di fare per assaggiare uno tra i migliori fritti di crostacei di pesce della zona. Pensate che il ristorante è situato in una via ricca di locali e di discoteche tra cui il "mamma mia", e questa via e locali annessi erano nati inizialmente per gli omosessuali, luoghi frequentati ovviamente sia da etero che non, ma principalmente è una tappa sicura per chi volesse fare una serata alternativa. In questo ristorante abbiamo cenato a base di pesce, iniziando con un tortino di crostacei con una base di vellutata di zucchine e zenzero, accompagnata da un brodo di calamaro, gamberi e seppie, dal sapore ineguagliabile.  A seguire il brodo e la fantastica frittura di crostacei impiattata in un cestino in modo molto simpatico, alternativo e di design, con verdure fresche pastellate. 


Io non essendo amante del fritto ero leggermente scettica ma il sapore fresco e leggero di questo piatto mi ha fatta ricredere. La scelta dei vini è davvero vasta e l'ambiente grandissimo offre l'imbarazzo della scelta su dove sedersi, ma solo se si arriva prima che il locale si riempi. Vi consiglio di salire a vedere la terrazza che si affaccia sul mare, con una vista panoramica davvero da 10 e lode.


 Spero di esservi stata utile con i miei consigli.
Vi ricordo di non dimenticare anche il Ristorante "Il chiodo" che vi ho parlato nel precedente articolo, anche esso a circa 10 minuti da Viareggio. Detto ciò vi saluto perchè mi è venuta fame, alla prossima, un abbraccio culinario e pastelloso a tutti.